Home » Focus News » News » Compasso d'Oro 2011

Compasso d'Oro 2011

E' stato conferito il 12 luglio il Premio Compasso d'Oro, l'occasione più imperdibile per la design community mondiale, che in quanto a partecipazione fa concorrenza, e forse supera, il Salone del Mobile.

Giunto oramai alla XXII edizione e arricchito quest'anno di due categorie, art direction e design dei servizi, il Premio dal 2011 si rivolge anche ai baby designer, candidati a ricevere la Targa Giovani. Ma non sono state queste le uniche novità: dalla capitale del design, Milano, quest'anno la celebrazione si è svolta a Roma.

Ecco i vincitori dell'Oscar del design: Alessi si aggiudica due premi, per Pasta Pot di Patrick Jouin e Tonale di David Chipperfield. Per i tavoli, applauditissimi Alberto Meda con Teak Table, Simon Pengelly di Nuur. Vincono anche Smith di Jonathan Olivares per Danese, Odoardo Fioravanti con Frida e Massoud con Yale. Hope e Elica di Brian Sironi hanno invece vinto per la categoria lampade.

Comunicazione vincente del Napoli Teatro Festival, e Rossa, mostra multimediale sulla storia della CGIL.

Compasso per la Biennale del Design Sardo, Hangar Design Group con la struttura prefabbricata Sunset, i Palomba con Décor Basin per Kos, Steelwood Chair dei Bouroullec. Meritatissime poi le standing ovation per Fiat 500 e Grcic con Myto.


Il più applaudito, è stato però Enzo Mari, che ha ricevuto il riconoscimento più importante: il compasso alla carriera.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network e...

  • Pin It

Articoli che ti potrebbero interessare:

MAD: dialogo tra arte e design in centro a Milano

Arte e design autoprodotto si incontrano in una mostra (continua)

Re-week: design sostenibile allo ZAM di Milano

Re-week, il concept per i designer sostenibili al Fuorisalone 2014 (continua)

Fuori di Design 2014

Fuori di Design 2014: al via le selezioni per il contest dedicato ai designer indipendenti under 40 (continua)

L'autoproduzione si impara

Prende il via il 15 novembre Manufacto, tre giorni di workshop organizzati da Resign. (continua)